Il direttore dice al caposquadra: “Sei licenziato, vecchio”, senza sapere che il giorno dopo sarà lui il suo supervisore

Nonostante fosse una lavoratrice diligente, il recente avanzamento di Nia nel negozio l’aveva trasformata in un capo litigioso e arrabbiato.

Ce l’aveva fatta fino a quando ha preso la decisione di offendere e licenziare il suo vecchio capo. Nia era stata promossa da appena una settimana e ancora faticava a crederci.

Il direttore dice al caposquadra: "Sei licenziato, vecchio", senza sapere che il giorno dopo sarà lui il suo supervisore

Ora era responsabile di uno dei negozi di proprietà del grande rivenditore di abbigliamento.

Nia aveva molte idee su come poter migliorare il negozio se le fosse stata data un’opportunità anni prima della sua promozione, e le aveva tenute in archivio.

Parlava con il personale poco prima della chiusura quella mattina, mentre i documenti giacevano con aria superba sulla sua scrivania.

Gli impiegati hanno annuito, hanno fatto un sorriso complice e hanno ringraziato con gratitudine in cambio. Tuttavia, il personale è rimasto sorpreso per la sua improvvisa azione.

Il direttore dice al caposquadra: "Sei licenziato, vecchio", senza sapere che il giorno dopo sarà lui il suo supervisore

Non riuscivano a lavorare perché sapevano che anche il più piccolo errore,

cosciente o meno, avrebbe comportato la perdita dei fondi necessari a coprire la maggior parte delle loro spese.

Hanno seguito l’ascesa di un lavoratore che ha iniziato come stagista in basso e alla fine è arrivato in cima con interesse.

Il mandato di Victor come capo officina potrebbe essere giunto al termine in quel momento. Ma il giorno successivo, stava per vivere qualcosa di molto, molto più grande.

Il direttore dice al caposquadra: "Sei licenziato, vecchio", senza sapere che il giorno dopo sarà lui il suo supervisore

Nelle vite di Nia, Victor e del negozio, segnava l’inizio di un nuovo capitolo.

Nia ha preso il ruolo di braccio destro di Vittorio, mentre lui continuava a gestire l’attività.

I due avevano un ottimo rapporto lavorativo e insieme hanno reso questo negozio il più prospero nella storia della catena.

Vota l’articolo
Ti piace questo post? Per favore condividi con i tuoi amici:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: